Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'kia'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Regolamento e presentazioni
    • Regolamento
    • Presentazioni
    • Problemi e proposte per il forum
    • Blog
  • Kia Forum
    • Kia rio
    • Kia Cee'd, Pro Cee'd, Cee'd SW
    • Kia Niro
    • Kia Stonic
    • Kia soul
    • Kia Picanto
    • Kia Sportage
    • Kia Sorento
    • Kia carens
    • Kia Stinger
    • Le vostre auto
  • Kia Tech
    • Tech Kia
    • Tech Care
    • Altre Auto
    • Additivi carburanti e olio
    • Richiami e Tsb
  • VIP Kia
    • Diagnosi
    • Sblocco navigatore
  • Kia off
    • Off-topic
    • Sponsor e promozioni
    • Raduni e incontri
    • Mercatino
    • Consigli per gli acquisti

Blogs

  • Consigli per Acquisti
  • Prodotti MA-FRA
  • Automobilissimo.com
  • Detailing Blog

Marker Groups

  • Officine kia
  • Raduni

Found 3 results

  1. Buonasera a tutti gli utenti, oggi vi condividiamo la nostra ultima recensione sulla nuovissima Kia Stonic! https://youtu.be/2diDM7mY0r8 Nel mondo dell’auto, quest’anno sarà ricordato anche per il boom della tipologia “mini-suv”, auto derivate da compatte di segmento B, rialzate e con una forte connotazione estetica per meglio distinguersi nella tanto decantata “giungla urbana” degli spot pubblicitari. Al momento in cui scriviamo, la Kia Stonic oggetto della nostra prova è l’ultimo esempio giunto sul mercato, una Urban Crossover (o B-SUV), secondo la denominazione scelta appositamente da Kia, derivante dalla compatta Rio (di cui trovate qui il rimando alla nostra prova). Le dimensioni sono volutamente contenute (414 cm), a cui fa da contrappunto un passo generoso (258 cm) e un’altezza di 150 cm a tutto vantaggio dell’abitabilità interna. ESTERNI La Stonic riprende solo parzialmente alcuni dettami stilistici della Rio, come il frontale o il taglio dei finestrini lungo il montante posteriore, per il resto è visivamente un’altra cosa: se la sorellina può considerarsi discreta, con un pizzico di eleganza ma non una virgola fuori posto, la Kia Stonic punta molto di più sull’originalità; la linea è piuttosto semplice e pulita, perciò è stata resa più incisiva dalla verniciatura bicolore, con una finitura opaca (ricorda molto le carrozzerie wrappate) sulle calotte dei retrovisori, sui mancorrenti e sul tettuccio. Il nostro esemplare, presenta una finitura grigio canna di fucile (Platinum Graphite) con inserti di un arancione tendente al rosso (Tan Orange); questi abbinamenti sono naturalmente personalizzabili e hanno un costo di 1000 euro. Alternativamente è possibile richiedere una normale vernice metallizzata monocolore (600 €) o bianca (300 €). Anteriormente, oltre al Tiger Nose (finto, ci sono solo due sottili feritoie alla sua base) un po’ caricaturato stile fumetto (a tutto vantaggio di simpatia ed originalità), troviamo i fari con luci diurne a LED (i proiettori invece sono alogeni classici) e fendinebbia con lente poliellissoidale (di solito vengono forniti con la classica parabola senza lente) per la concentrazione del fascio luminoso. Abbiamo poi come finitura un rivestimento in plastica translucida sotto il paraurti che simula la presenza di una piastra di rinforzo sottoscocca (anche se in realtà non vi è grande protezione, in quanto i baffi del paraurti sporgono parecchio in avanti). Lateralmente si apprezza la finitura bicolore, il taglio dei finestrini (che sono piuttosto alti) che riprende quello della Rio, e a parte i mancorrenti lucidi sul tetto (portata 75 kg), abbiamo una minigonna sotto le portiere che simula una pedana da fuoristrada. ATTENZIONE, non regge il peso di una persona ed è chiaramente indicato dall’apposita etichetta davanti al battitacco, è un puro elemento estetico. Dietro la Kia Stonic è caratterizzata da un design pacioso, sembra una Rio un po’ appesantita da elementi decorativi quali le cornici dei fanali posteriori, o la finitura alla base del paraurti a mo’ di finto diffusore (che integra i sensori di parcheggio). In ogni caso, ci è piaciuto lo spoiler generosamente dimensionato, poiché anche su un’auto di questo tipo è possibile fare un buon affinamento aerodinamico, e perché protegge il lunotto dall’imbrattamento durante pioggia e marcia su strade infangate. Il lunotto fra l’altro è abbastanza verticale e contribuisce a migliorare la visibilità; il portellone, che è abbastanza basso rispetto al piano stradale, integra nello stesso cavo la maniglia per lo sblocco ed apertura, e le luci targa. A proposito di targa, è in una posizione che permette di avere una buona estetica del posteriore, ed è protetta dal portellone in caso di neve (che tenderebbe ad imbrattarla e coprirla alla vista). Per ultimi, i bei cerchi con finitura bicolore in lega, con pneumatici 205/55 R17 che riempiono bene i passaruota e la vista di profilo. Come alternativa sono disponibili solo cerchi da 15” (in lamiera o in lega leggera). L'articolo completo prosegue su Automobilissimo.com; cliccate qui per la recensione completa https://www.automobilissimo.com/kia-stonic-1-6-crdi-110-cv-energy-prova/ Buona lettura e buona visione!
  2. Il SUV-conferma Di strada il SUV della casa coreana ne ha ormai fatta tanta… sono infatti ormai più di 20 anni (esattamente 24, dalla presentazione nel 1993) che la Kia Sportage calca gli asfalti di tutto il mondo. All’inizio si trattava di una vettura piuttosto spartana, ma comunque molto robusta ed adatta anche agli usi più duri, ma già a partire dalla seconda serie nel 2004 e soprattutto con la terza serie del 2010, Kia ha fatto evolvere la propria vettura in un crescendo di design, qualità ed affidabilità, perdendo parte dell’anima fuoristradistica che contraddistingueva la prima serie per un comportamento più stradale, votato alla comodità degli occupanti, come ormai si richiede oggi. Ormai i tempi in cui le Kia venivano considerate auto “povere”, di seconda classe, sono solo un puro ricordo. Ricordo che ancora di più si allontana con questa ultima serie, la quarta, entrata in produzione nel 2016 che non stravolge la linea della terza serie ma la evolve con dettagli in grado di darle grinta ed eleganza, soprattutto se optate per l’allestimento GT-Line della nostra prova. Esterni La linea appunto è conosciuta e la descriveremo brevemente, non essendo questa vettura una novità assoluta, poiché in questo caso la parte interessante per il nostro mercato è data dall’accoppiata motore-cambio: si tratta infatti di un’unità a gasolio da 1.7 litri (1685 cm3 a voler essere precisi) in grado di erogare 104 kW (141 cavalli) a 4000 giri/min, il tutto accoppiato ad un cambio automatico doppia frizione DCT (Dual-Clutch Transmission) a 7 rapporti. Esteticamente è la Kia Sportage che conosciamo: ben proporzionata, spaziosa (soprattutto dietro) e con una linea dal carattere molto europeo, sottolineato da questa ultima versione che dei nuovi fanali anteriori e posteriori. Se optate per l’allestimento GT-Line, avrete inoltre paraurti anteriori e posteriori con protezioni inferiori specifiche (in plastica ad effetto alluminio satinato) che riprendono la finitura satinata delle barre portatutto e quella cromata presente su tutta la cornice dei finestrini, sulla parte superiore delle maniglie, nella parte superiore delle minigonne e sul listello che unisce i fanali posteriori. Inoltre, le luci fendinebbia sono formate da 8 punti luci quadrati (4 per parte) posizionati ai lati della famosa griglia Tiger Nose dalle dimensioni importanti. Inoltre il tutto è concluso da cerchi in lega specifici da 19 pollici che calzano pneumatici 245/45 R19, quindi con spalla ribassata per essere su un SUV, che però non va ad inficiare troppo la comodità a bordo, con le asperità che vengono sempre digerite bene e solo quelle più secche risultano un po’ fastidiose. Invece per quanto riguarda la rumorosità a bordo, questa rimane sempre a livelli accettabili e il rumore filtra solo attraverso i passaruota e il bagagliaio, dove i tecnici coreani hanno un po’ più lesinato con i materiali fonoassorbenti. Buono invece lo studio dell’aerodinamica di questa Kia Sportage: il coefficiente dichiarato è di 0.35, a cui però si contrappone una grossa superficie frontale che un po’ vanifica il miglioramento rispetto la serie precedente (essendo cambiato di poco lo stile dell’auto, gli ingegneri della Kia hanno lavorato di cesello sui dettagli e le appendici aerodinamiche, riducendo il cx di due punti percentuali); se non altro, il miglioramento è stato ben percepibile per la rumorosità nell’abitacolo. L'articolo completo continua su Automobilissimo, alla pagina Kia Sportage 1.7 DCT - Prova su strada
  3. kia kia GT video prova Nurburgring

    Kia GT Test video al Nurburgring Kia Gt spiata al nurburgring, dai filmati e immagini ricevute crediamo che la gt di kia e prossima all uscita. Inoltre, recenti filmati della nuova GT in azione presso la famosa pista Nurbugring. Dopo aver esaminato il filmato da diverse zone delle condizioni della pista e tempo questo e quello che possiamo dire. Sport Sospensione Nel guardare il GT affrontare diversi giri vediamo come le sospensioni reagiscono per l'abuso della pista. Basato sul disco in curva e la torsione del corpo sembra che Kia ha fatto una scelta conservativa tra prestazioni e maneggevolezza. Questo può essere visto in modelli come la cornice di kia Forte e kia Optima che sono considerati la versione sportiva però, a differenza di molti sport hanno focalizato sulle sospensione è più a suo agio sulla strada a causa delle molle più morbide e ammortizzatori. C'è sempre stato un ampio dibattito su quanto la sospensione delle prestazioni dovrebbe essere data ad una macchina per quanto riguarda la gestione, Kia sembra riconoscere il fatto che molte persone non seguire il GT, facendo un giro tranquillo che è meno gravoso sulla veicolo e può richiedere la sospensione meno aggressivo seconda del driver. D'altra parte, Kia capisce che il mercato per questa vettura sarà giovane per mezzo di età compresa tra i professionisti in cerca di una autovettura attraente che può essere divertente da guidare. Inoltre, il GT non sara adatto alla città preferendo l autostrada, visto il telaio e la sospensione troppo rigida, rende la vettura difficile da guidare tutti i giorni. Per questo noi lodiamo Kia per il loro approccio conservativo in sintonia sospensioni. Potenza e sicurezza Nella visualizzazione della corsa GT in salita e fuori da un angolo le gomme stridono , la sua sicurezza porta ad ipotizzare che la macchina ha un motore più grande, eventualmente, il turbo 3.3 . Anche se un po 'tranquillo, possiamo vedere in alcuni filmati della l accelerazione con una Mercedes. Inoltre, possiamo anche vedere che Kia non frena sul test del GT, visto che la vettura è dotata di un roll-bar a 4 punti per la protezione del conducente. Inoltre, guardando le linee di corsa del guidatore e velocità di uscita possiamo essere d'accordo che c'è un pilota esperto al volante che è più la prova che stanno spingendo la macchina ai suoi limiti. Nel complesso, non vediamo l'ora di vedere il GT sulla strada e siamo entusiasti di guidare noi stessi.

About us

kia Forum.it e kia italia forum e un gruppo di appassionati del marchio kia e hyundai  nato nel 2016 dalla collaborazione di un gruppo di persone, qui trovi materiale adatto alle tue modifiche o riparazioni e discussioni sui tanti modelli della casa coreana.

facebook feed

Recent tweets

×